le scuole - la camorra, vista & rivista

Vai ai contenuti

Menu principale:

le scuole

rete anticamorra

Le scuole della legalità




Le scuole che aderiranno al Protocollo d’intesa, che abbiamo redatto per loro, inizieranno un legame che si farà racconto per immagini, parole, foto. Andremo nelle loro classi, ricostruiremo gli stati d’animo, le piccole conquiste quotidiane. Sarà un lungo racconto che potrete seguire qui, su questo portale, dove ogni istituto avrà le sue pagine, le sue cose da raccontare e le iniziative che già fanno nei loro percorsi didattici accanto ai reportage che realizzeremo assieme a loro.
Sarà un racconto in diretta che si potrà vedere da ogni parte del mondo per documentare la grande speranza di un riscatto sociale, la costruzione di una società futura che passa inevitabilmente per le scuole di ogni ordine e grado.  Ciascuna delle scuole che aderirà al progetto della nostra rivista porterà un segno distintivo fuori ai propri edifici: una targa che abbiamo realizzato per loro e che dovrà servire per dare e darsi un segnale forte. «Questa è una scuola dell’anticamorra» scritto in alto sopra un disegno che ricorda la comunità scolastica. Ma la targa è solo il segno più plateale. Al fondo c’è di più. E’ scritto nello stesso protocollo d’intesa che firmiamo con le scuole della Campania. E’ scritto nel decalogo che abbiamo redatto per  loro. La camorra nasce in mezzo ad una mentalità che spesso diventa il suo retroterra. C’è sempre un legame tra la mentalità camorristica e quella di chi non ha mai pensato di essere nella camorra ma, di certo, aiuta quel modo di pensare. Persino la «raccomandazione», come diceva Paolo Borsellino, o un viaggio tra i fenomeni di bullismo che anche nelle scuole della Campania si sono diffusi preparano il terreno alla camorra. Sono cose spesso silenti ma fanno  vittime e creano un senso d’impotenza tra quei molti che le subiscono.
Il decalogo "mette le mani" sulle dinamiche di ogni scuola, nel legame tra insegnanti ed alunni, nella possibilità che ogni insegnante ha per entrare nella vita e nei sogni dei ragazzi che si preparano ad essere adulti. Un buon insegnante può fare miracoli. Salvare decine di ragazzi dalla devianza e dal crimine. E’ accaduto in tantissimi casi che nemmeno sono stati raccontati. Ma è anche accaduto che quel legame privilegiato, quell’occasione unica data alla scuola e ai suoi insegnanti di entrare nella vita e nei sogni dei ragazzi in formazione non si sia mai creato. Anzi. Che sia stata vissuta come un fallimento quella icomprensione tra un insegnante e i suoi alunni. Su queste pagine, come sul portale internet, la vita della scuola e dei tanti istituti che vorranno «legarsi» a noi, mostrerà tutti i suoi aspetti. Senza artifizi, senza omertà. Una missione che è alta e va perseguita.

Ai dirigenti, ai docenti e agli alunni che vorranno segnalare la loro scuola affinchè si possa stupulare il Protocollo d'Intesa diamo il nostro indirizzo di posta elettronica al quale possono inoltrare, anche subito, la loro richiesta: redazione@lacamorra.it




______________


Università
Federico II
Dipartimento
di Studi Umanistici
__________



Archivio storico
sulla camorra
___________


radiosiani.com
___________

LA BIBLIOTECA
DELLA LEGALITA'


 
Torna ai contenuti | Torna al menu